CONTATTA
Gradimento degli utenti

Running: semplici strategie per contrastare il mal di gambe

La sensazione di gambe dolenti è tipica del running, soprattutto quando l'appuntamento con la corsa si fa più intenso e frequente. Vediamo alcuni piccoli accorgimenti per limitare l'insorgenze di questo genere di fenomeno.

di Micol Ramundo
GIORNALISTA SPORTIVO

 

La corsa è diventata il tuo appuntamento fisso di ogni settimana? Se così fosse, prendendo confidenza con il tuo corpo e con l’andare del tempo, ti verrà spontaneo accelerare il ritmo della tua corsa. Di conseguenza sarà ancora più facile incorrere nella sensazione di muscoli duri, contratti o leggermente dolenti! Nessun problema, ecco qui dieci semplici accortezze per eliminare il problema.

 

 

GHIACCIO Per ridurre le sensazioni di indolenzimento un metodo rapido ed efficacie è applicare del ghiaccio subito dopo l’allenamento sui tendini, sui muscoli o
sulle articolazioni dolenti per 10-15 minuti. I più coraggiosi e resistenti, posso anche direttamente immergere gli arti inferiori in acqua molto fredda.

 

 

CALDO Se non sei amante del freddo abbiamo per te una buona notizia! Puoi ricorrere alla terapia del caldo sui muscoli: dopo 24 ore dall’allenamento o dalla gara. Il metodo più semplice è quello di utilizzare un asciugamano imbevuto di acqua calda e adagiarlo sulla zona dolorante. Questo processo aumenta la circolazione sanguigna, apportando maggiore nutrimento al muscolo sofferente.

 

 

STRETCHING E’ un’attività da praticare con regolarità e molta tranquillità per ridurre le probabilità di lesioni muscolari post allenamento. Utile per allungare i muscoli tesi e rigidi, darà alla tua muscolatura un’istantanea sensazione di sollievo. Chi non lo effettua in modo regolare è più soggetto alla probabilità di subire una lesione muscolare importante.

 

 

CROSS TRAINING Prova a considerare sport diversi dalla corsa per alleviare le fatiche e i dolori muscolari soprattutto dopo un allenamento impegnativo o dopo una gara. Il cross training, ovvero la pratica di sport alternativi alla corsa come il nuoto o la bici, possono aiutarti a recuperare velocemente e in modo più efficace.  E’ sempre consigliata, come attività di scarico, anche solo per 30 minuti, da fare subito o il giorno seguente, e ti farà recuperare più in fretta rispetto la sola corsa.

 

 

MASSAGGIO Si è soliti pensare che concedersi dei massaggi sia un lusso, ma non una reale esigenza. Ultimamente questa pratica sta cominciando ad essere parte intrinseca dell’allenamento anche per il runners meno esperti. Se stai seguendo un programma di allenamento o corri 3 o 4 volte alla settimana, unitamente alla pratica quotidiana di stretching, sarebbe utile pianificare una seduta dedicata al massaggio almeno ogni 15 giorni. È utilissimo per decontrarre i muscoli contratti e dolenti. Soprattutto post gara se c’è il servizio dedicato, approfittane subito.

 

 

SONNO Il riposo è parte integrante dell’allenamento. Il sonno di buona qualità aiuta a recuperare meglio dalla fatica sportiva in genere. Per favorire un sonno adeguato, soprattutto dopo un allenamento serale, quando l’adrenalina rimane in circolo ancora a lungo, prima di coricarti bevi una tisana calda, una camomilla o una tazza di latte, per favorire il relax del corpo.

 

Vota
SEGUI
CONDIVIDI l'articolo:
ARTICOLI CORRELATI
HEALTH
Eugenio
PERSONAL TRAINER

INVECCHIAMENTO ED EPIGENETICA

Sappiamo che la velocità dei processi di invecchiamento e la speranza di vita di un gruppo di specie animali è collegata…
continua

TRAINING
Giulio
PERSONAL TRAINER

Composizione corporea e Bioimpedenziometria.

Per impostare un programma di allenamento davvero personalizzato e dare delle corrette indicazioni alimentari una delle …
continua

TRAINING
Giulio
PERSONAL TRAINER

L'allenamento visto "da dentro": che cos'è la Sindrome dell'adattamento?

L'allenamento è il nostro pane quotidiano? Body Building, corsa, Crossfit, altri tipi di attività fisica? Non importa. C…
continua