CONTATTA
Gradimento degli utenti

La scarpa da running: un altro importante parametro di scelta, il peso

In un precedente articolo abbiamo trattato la scelta della scarpa da running in relazione all'appoggio plantare. Esiste anche un altro parametro: il peso della calzatura.

di Micol Ramundo
GIORNALISTA SPORTIVO

scegliere scarpe running in base al peso

 

Nella scelta della tua scarpa da running, dovrai anche commisurarti con le tue effettive capacità e gli obiettivi che ti poni. Oltre alle diverse morfologie di supporti plantari, infatti, potrai scegliere anche tra categorie di peso e quindi capacità di protezione. 

 

Le intermedie e ritmi gara

Le più leggere e minimali di tutte sono le scarpe per i cosiddetti ritmi-gara. Si tratta di strumenti, da un certo punto di vista, molto basici ed essenziali, perché ripuliti il più possibile da tutte quelle strutture di protezione e sostegno che sono invece tipiche delle scarpe da allenamento. Parliamo di calzature che pesano attorno ai 200-250 grammi e che vedono ridotto al minimo il dislivello tra la parte posteriore della suola e quella anteriore. Questa “scarnificazione” della calzatura comporta un evidente vantaggio in gara, ma potrebbe risultare troppo estremo per un ciclista, che solitamente non è per conformazione fisica leggerissimo e che magari non ha ancora quella sensibilità plantare che si costruisce in anni di pratica della corsa. Esistono però dei buoni compromessi tra la prestazione e la protezione con quelle calzature che vengono definite “intermedie” (250-280 grammi)e che possono tranquillamente essere utilizzate anche in gara. 

Le ammortizzanti neutre

Queste sono calzature ideali per appoggi neutri o leggermente pronanti. Sono poi le calzature che vengono scelte nel caso ci si debba avvalere di un’ortesi plantare da inserire nella scarpa. Il loro peso è intermedio e oscilla tra i 300 e i 400 grammi circa. Sono calzature adatte all’allenamento e anche alla gara nel caso in cui si preveda di correre a ritmi superiori ai 4’/km. La protezione che garantiscono al piede è piuttosto buona e risultano quindi molto versatili ed adatte sia a terreni omogenei come l’asfalto, che a  superfici meno regolari come gli sterrati.

 

Le stabili massimo ammortizzamento

 

A questa categoria appartengono le scarpe da running antipronazione di peso compreso tra i 300 ed i 400 grammi, con un buon dislivello tra tallone ed avampiede per salvaguardare tendini e articolazioni da infortuni. Questi modelli sono quelli più adatti a podisti di buona stazza e garantiscono un lungo mantenimento delle proprie caratteristiche, anche a seguito di sollecitazioni meccaniche importanti.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO SULLA SCELTA DELLE SCARPE DA RUNNING. PER LEGGERLO CLICCA QUI.

Vota
SEGUI
CONDIVIDI l'articolo:
ARTICOLI CORRELATI
SPORT
Sport and
PREPARATORE ATLETICO

Parliamo di maratona con Daniele Meucci

Daniele Meucci è oggi il nostro migliore interprete della maratona, la regina delle distanze del running di endurance. O…
continua

MOTIVATION
Angelo
MENTAL COACH

LA CORSA CHE VIVO

Alle 5.50 stamattina è squillata la sveglia. Alle 6.20 muovevo i primi passi....gli ultimi alle 11.30. Questa mattina …
continua

REHAB
Christian
FISIOTERAPISTA

CORSA E ARTROSI DEL GINOCCHIO, COSA C'E' DA SAPERE?

Dolore al ginocchio e artrosi sono una delle patologie più temute dai corridori poichè causano spesso un prolungato stop…
continua