CONTATTA
Gradimento degli utenti

Come calcolare il BMI

Calcolare il BMI (Body Mass Index) o Indice di Massa Corporea (IMC) è molto facile, per farlo è sufficiente calcolare il valore numerico derivante dal rapporto tra il peso (in chilogrammi ) e l'altezza (in metri) al quadrato.

di Flavio Besutti
LAUREATO IN SCIENZE MOTORIE

Il BMI consente di stabilire se un soggetto sia in soprappeso o in sottopeso o, in casi più gravi, se risulti anoressico o obeso in base ad una precisa scala di classificazione con dei valori di riferimento. Il test del BMI nasce nel XIX secolo, introdotto e proposto in origine dallo studioso belga Adolpe Quelet ed oggi è considerato uno strumento utile per valutare, con un semplice e rapido calcolo se il peso di un soggetto sia ascrivibile ad una situazione di normalità oppure se risulti sottopeso o, al contrario in una delle tre classi di obesità.

 

Come si calcola il BMI

 

Come anticipato, calcolare l'indice di massa corporea è piuttosto semplice. Se un soggetto è alto 180 cm e pesa 79 Kg, ad esempio, il calcolo del BMI è la risultante della divisione del peso per il quadrato della statura. L'equazione viene dunque così applicata:

 

BMI = 79 / (1,80)2 =  24,3 Kg/m2

 

Andando poi a visionare la tabella contenente i valori di riferimento sarà possibile stabilire se il soggetto sia in una situazione di normalità. In questo caso il valore rientra nel range di peso 'normale', seppur vicino al limite inferiore di sovrappeso. Un valore ideale del BMI si aggira intorno a 22,5 kg/m2 per l'uomo e 21 Kg/m2 per la donna. Motivo per il quale l'intervallo centrale di normalità, è molto ampio, compreso tra 18,5 e 24,9 kg/m2, poichè deve tener conto delle differenze legate al sesso e anche alla struttura fisica di persone di nazionalità diverse. Questo perché il BMI non tiene conto della massa muscolare maggiore nell'uomo rispetto alla donna o nel giovane rispetto all'anziano, così come non prende in considerazione le differenze legate alla massa ossea. Per questo il test del BMI può presentare alcuni limiti in quanto due soggetti potrebbero risultare entrambe obesi anche se la percentuale di grasso corporeo del primo risulta molto bassa e quella del secondo elevata. Ne consegue che avere un BMI inferiore a 25 kg/m2 è una condizione necessaria ma non sufficiente per potersi definire normopeso.

 

BMI

< 16,50

GRAVE SOTTOPESO

16,50 -18,49

SOTTOPESO

18,50-24,99

NORMOPESO

25,00-29,99

SOVRAPPESO

30,00-34,99

OBESITA’ DI I° GRADO

35,00-39,99

OBESITA’ DI II° GRADO

>40

OBESITA’ DI III° GRADO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Qual è il BMI ideale

 

Stando a quanto emerso da una serie di studi statistici il valore di BMI ideale ovvero associato a minore mortalità è quello compreso tra 20 e 25 kg/m2. Nella fattispecie, per la fascia di età compresa tra 19 e 35 il BMI ideale è compreso tra 19 e 25, con 22 come indice migliore. Al di sopra dei 35 anni è invece compreso tra 21 e 27 con 24 come indice migliore.

 

VALORI MEDI DI BMI PER GLI UOMINI

Età

20-29

30-39

40-49

50-59

60-69

BMI MEDIO

24.5

25.9

26.8

27.2

27.0

 

 

VALORI MEDI DI BMI PER LE DONNE

Età

20-29

30-39

40-49

50-59

60-69

BMI MEDIO

24.4

26.4

27.8

28.4

27.5

Vota
SEGUI
CONDIVIDI l'articolo:
ARTICOLI CORRELATI
HEALTH
Eugenio
PERSONAL TRAINER

INVECCHIAMENTO ED EPIGENETICA

Sappiamo che la velocità dei processi di invecchiamento e la speranza di vita di un gruppo di specie animali è collegata…
continua

HEALTH
Andrea
MEDICO

Ematuria : sangue nelle urine

Varie possono essere le cause, dal movimento di microcalcoli, alla presenza di una infiammazione o infezione, sino purtr…
continua

HEALTH
Eugenio
PERSONAL TRAINER

Attività fisica, salute e invecchiamento

Le funzioni fisiologiche tendono a migliorare sino a 30 anni circa di età,dopodichè inizia un lento declino sebbene va…
continua